Viaggi in Italia

CODERA, UN BORGO FERMO NEL TEMPO

Per sfuggire al caldo asfissiante di Milano, lo scorso weekend abbiamo deciso di dedicarci una piccola gita fuori porta.
Abbiamo scelto una meta che volevamo visitare da tempo, la Val Codera, in provincia di Sondrio.
Ciò che più ci ha affascinati di questo luogo è il fatto che si possa raggiungere soltanto a piedi, dopo un tortuoso percorso attraverso le montagne.
Codera è questo, un piccolo borgo con casette di pietra completamente avvolto dal silenzio delle montagne.

IMG_2337b.jpg

20429871_742108022642852_5853446757014567973_n

Siamo arrivati nel comune di Novate Mezzola nella sera di sabato e ci siamo stabiliti nell’area sosta di Via Al Lido.
Nonostante non ci siano servizi, consigliamo quest’area sosta per la sua ottima posizione, proprio di fronte al Lago di Mezzola, e perchè è gratuita.
Al mattino dopo ci siamo incamminati con Paco e Mela alla volta del sentiero diretto a Codera.
Dall’area sosta bisogna percorrere un breve tratto di strada asfaltata (lungo la S.S. 36) fino ad arrivare alla stazione.
Da qui si gira a destra in Via Ligoncio e si seguono le indicazioni per “Val Codera”. Una volta arrivati nel piazzale sterrato che funge da parcheggio inizia il sentiero.
Complice il caldo, abbiamo trovato il sentiero un po’ faticoso.
La prima parte è costituita da gradini di pietra che salgono in maniera piuttosto ripida, infatti il dislivello totale è di 600 metri.
La mulattiera prende quota in fretta, ma la fatica viene ripagata dai meravigliosi scorci sul lago.
Segue un tratto immerso tra gli alberi, quasi pianeggiante e più semplice.
Tutt’intorno una moltitudine di alti alberi, la cui immagine è accompagnata dal rumore delle acque che scorrono alla base del canyon.
Dopo 2 ore per i più allenati e 3 ore per chi è fuori forma si raggiunge finalmente la piccola Codera, che accoglie i visitatori con il suo silenzio.
Il paese, uno dei pochi villaggi montani ancora abitato tutto l’anno, è costituito da
abitazioni in pietra e da due locande per mangiare e una per pernottare.
Vi è anche un piccolo museo, che mostra la vita in un luogo così impervio.
Qui ci siamo riposati e ci siamo goduti l’atmosfera che si respira, di estrema serenità e pace.
Codera è un borgo solitario, ma allo stesso tempo così pieno di vita.
La sensazione che si percepisce è di essere inun luogo fermo nel tempo.

IMG_2334b

 

 

Codera 026b

IMG_2338b

In pratica: Notte nell’area sosta di Via Al Lido, Novate Mezzola
Coordinate 46.21083, 9.45
Area in piano con superficie erbosa e piccolo parco giochi per bambini, non ci sono servizi ma la consigliamo perchè è gratuita e in riva al Lago.
L’unica pecca è che nel fine settimana c’è musica fino a tardi e continuo passaggio di macchine per via della discoteca vicina.

Il sentiero è ripido per buona parte della camminata con gradoni in pietra, ma fattibile anche per i meno allenati come noi. Non scoraggiatevi alla partenza perchè la meta e i panorami che si incontrano valgono tutta la fatica.
Accessibile ai cani, fondamentale partire con buon rifornimento di acqua per noi e per loro.

 

Greta & Davide

Annunci

6 risposte a "CODERA, UN BORGO FERMO NEL TEMPO"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...